Caffè verde: una bevanda energizzante

61

Facendo la spesa al supermercato o curiosando tra le ultime novità proposte da erboristerie o farmacie, vi sarà senza dubbio capitato di imbattervi nel caffè verde.

Ma di cosa si tratta esattamente? 
E che differenza c’è con il caffè normale? Il caffè verde è una bevanda sempre più diffusa anche nel nostro paese, consigliata soprattutto per chi è a dieta per le presunte proprietà dimagranti e benefiche. 
Il caffè verde è in realtà del normale caffè; l’unica differenza è che i chicchi vengono raccolti quando sono ancora verdi e non vengono sottoposti al processo di tostatura. Non essendo trattati quindi, i chicchi del caffè verde conservano una più alta concentrazione di antiossidanti che nel caffè tradizionale va inevitabilmente perdura durante la lavorazione. Il caffè verde contiene inoltre particolari molecole, in grado di svolgere un’azione lipolitica sugli adipociti bianchi ipertrofici del grasso, con una conseguente perdita di peso e volume. Il caffè verde è utile inoltre a contenere i picchi di insulina, poichè agisce sulla velocità di assorbimento degli zuccheri, velocizzando il metabolismo e lo smaltimento del grasso.

Il caffè verde è inoltre una bevanda energizzante, che contiene sostanze eccitanti, aiuta a sentirsi più attivi ed è un valido aiuto per ridurre la fame, ma per la stessa ragione è sconsigliata ai bambini. Nel caffè verde è contenuta una percentuale di caffeina, anche se in dosi inferiori rispetto a quello tradizionale. Il caffè verde è una valida alternativa al caffè normale. Anche se bevuto in classiche tazzine da caffè fa la sua bellissima figura. Va bene per tutti gli appassionati di caffè, ma le sue capacità dimagranti in realtà non sono state ancora provate.