Chi organizza corsi di birdwatching in Italia

53

corsi di birdwatching sono un ottimo modo per avvicinare questo sport, provando a osservare e identificare le specie più semplici e acquisendo al tempo stesso le conoscenze sufficienti per agire “in proprio” e diventare un vero birdwatcher. In primo luogo a organizzare corsi di birdwatching è la più importante associazione italiana del settore, EBN Italia, che mira allo sviluppo di quest’hobby con una serie di iniziative articolate sui vari nodi di cui si compone la sua rete. Anche chi non è un nodo e vuole organizzare un corso di birdwatching può chiedere il patrocinio dell’osservazione. I corsi organizzati di solito prevedono sia lezioni teoriche che pratiche, con uscite sul campo per un costo che di norma è di poche decine di euro e che riguarda anche (con tariffe speciali) i più piccoli.

In particolare, un’occasione importante dove poter trovare corsi di birdwatching in quantità è uno degli appuntamenti più frequentati dell’anno, la fiera internazionale International Po Delta Birdwatching Fair, che si tiene nella zona paludosa del delta del Po – un vero paradiso per gli amanti dell’osservazione dell’avifauna italiana, tra cicogne e aironi – ogni anno tra aprile e maggio. Ma moltissimi parchi italiani organizzano corsi, spesso in collaborazione con la LIPU, la Lega Italiana Protezione Uccelli, che è l’altro grande organismo che patrocina l’hobby.

In genere, si può essere certi che se un parco o un’area protetta può contare su un’avifauna ricca e variegata gli enti istituzionali organizzino qualche corso per birdwatcher, o perlomeno forniscano materiale necessario per accrescere le proprie conoscenze sulle specie del luogo. Da non dimenticare poi associazioni non dedicate in particolare all’osservazione degli uccelli ma più in genere all’escursionismo e all’alpinismo, che spesso prevedono corsi dedicati, come ad esempio il CAI, Club AlpinoItaliano.